skip to Main Content

Benessere - 5 porzioni al giorno

Prenditi cura della tua salute: ogni giorno 5 porzioni di frutta e verdura.

La campagna “5-a-day” è un programma scientifico avviato negli USA dal National Cancer Institute nel 1989. La ricetta è molto semplice: consumare almeno 5 porzioni al giorno (tra i 500 e gli 800 g. in totale) di frutta e verdura, per dare all’organismo tutte le vitamine, le sostanze minerali e le fibre alimentari delle quali ha bisogno.

Perché è importante mangiare frutta e verdura almeno 5 volte al giorno?

Secondo le tabelle che indicano, in ordine decrescente, il contenuto dei diversi nutrienti in una porzione dei diversi alimenti, molti potranno notare, con una certa sorpresa, che spesso ai primi posti troviamo alimenti di origine animale e non prodotti ortofrutticoli. Questo può stupire, dal momento che la maggior parte delle persone pensa che alcuni principi nutritivi, quali le vitamine, si trovino solo nella frutta e nella verdura! In realtà anche gli alimenti di origine animale sono fonte di vitamine e minerali; anzi, per alcuni di essi, quali la vitamina PP, le migliori fonti sono la carne e il pesce.

Allora, perché viene raccomandato il consumo di frutta e verdura 5 volte al giorno?

Per capire questo, bisogna considerare che ogni alimento è un mosaico di principi nutritivi: non esistono alimenti buoni e alimenti cattivi, perché non esistono nutrienti buoni e nutrienti cattivi in assoluto, ma eventualmente nutrienti per cui l’assunzione deve essere moderata.

Il benessere di frutta e verdura

Il benessere di frutta e verdura

L’assunzione di alcuni elementi deve essere moderata: tra questi, ad esempio, i lipidi saturi. Se io mangio 80 g di parmigiano ricevo quasi 1 g di calcio, che copre interamente il mio fabbisogno del nutriente (per una donna, quasi interamente); però ricevo anche quasi 15 g di lipidi saturi, che sono molti tenendo conto che, in una dieta da 2000 kcal, la quantità massima consigliata è di 20 g.

Questo non significa che non devo mangiare il parmigiano (che è un ottimo alimento, anche dal punto di vista organolettico), ma che non dovrò mangiare 5 volte al giorno 80 g di parmigiano. Questo problema non esiste per i prodotti ortofrutticoli: essendo infatti quasi privi di grassi (a parte i frutti ed i semi oleosi) e completamente privi di colesterolo, possono essere tranquillamente assunti 5 volte al giorno o anche di più.

Frutta e verdura, inoltre, contengono altre importantissime biomolecole: gli antiossidanti. La maggior parte di questi, nostri difensori contro i radicali liberi, sono di origine vegetale, per cui se vogliamo averne una buona riserva, e quindi essere ben difesi da danni ossidativi, è importante che nella nostra alimentazione frutta e verdura siano presenti almeno le famose 5 volte al giorno.

Non è stata preparata una scheda con una tabella del contenuto in antiossidanti perché, purtroppo, non esistono ancora dati e studi sufficienti circa la loro concentrazione in tutti gli alimenti, ma è noto che la fonte dietetica di antiossidanti è rappresentata principalmente dagli alimenti vegetali.

Infine, il potere calorico di frutta e verdura è generalmente molto basso, ossia si tratta di alimenti a bassa densità calorica e ad alta densità nutrizionale. È vero infatti che una “porzione” di cioccolato fondente (50 g) contiene più ferro di una di spinaci surgelati (120 g), ma cosa succederebbe se tutti i giorni mangiassimo 5 porzioni di cioccolato? Insomma, è assolutamente vero che un’alimentazione corretta prevede tutti i tipi di alimenti, ma frutta e verdura devono consumarsi spesso, almeno 5 volte al giorno!

Perché scegliere il bio?

Scegliere il biologico significa compiere una serie di scelte precise.

Prodotti naturali al 100%

Sia durante la produzione (coltivazione o allevamento), sia durante tutte le fasi della lavorazione vengono utilizzate esclusivamente sostanze di origine naturale o minerale: sono infatti esclusi fertilizzanti, fitofarmaci, diserbanti, prodotti medicinali e conservanti chimici di sintesi.

OGM Free

L’agricoltura biologica esclude l’impiego di organismi geneticamente modificati (OGM).

Un ambiente più pulito e sano

Le tecniche dell’agricoltura biologica rispettano l’ambiente e i suoi equilibri; limitano l’inquinamento atmosferico e delle acque, evitano lo sfruttamento eccessivo delle risorse naturali e l’erosione del suolo, scongiurano l’estinzione di organismi utili, preservano la biodiversità nell’ambiente.

Dignità degli animali

Gli animali destinati alla macellazione vengono allevati garantendo loro cicli di vita più naturali: spazi più ampi anche all’aperto, alimentazione secondo il loro fabbisogno e solo con prodotti vegetali, divieto dell’uso di ormoni o stimolanti artificiali della crescita. Anche il momento della macellazione viene realizzato in modo da ridurre al massimo le condizioni di stress per garantire il benessere degli animali.

Terreni più fertili

L’utilizzo di sostanze organiche e il ricorso ad appropriate tecniche agricole che non sfruttano il suolo in modo intensivo (es. rotazione delle colture, lavorazioni “leggere” ecc.) migliorano le condizioni del terreno e fanno sì che la fertilità naturale venga salvaguardata. Terreni sani producono frutti sani!

Maggiore attenzione alla salute

In un’ottica che vede la qualità dell’alimentazione come fonte di benessere, il biologico rappresenta una possibilità di scelte più sicure in termini di garanzia e salubrità dei prodotti.

Tutela dei produttori

L’agricoltura biologica garantisce un ambiente più salubre per chi vive e lavora in campagna.

Incentivazione della ricerca e dell'innovazione

L’agricoltura biologica non è un ritorno al passato: i sistemi produttivi e le tecniche utilizzabili sono frutto di professionalità nuove e di impegno costante per ottenere prodotti sani e di qualità, riducendo al minimo l’impatto sull’ambiente.

Controlli e garanzie a norma di legge

L’agricoltura biologica è regolamentata nell’Unione Europea dai regolamenti CE 834/07 e 889/08 che riguarda soprattutto le norme di produzione, l’etichettatura, il sistema dei controlli e della certificazione, l’importazione da paesi extra UE ed è valido per tutti i paesi dell’Unione Europea.

Scegliere il bio

Alimentazione bio

Scegliere di nutrirsi unicamente con prodotti provenienti da agricoltura biologica significa percorrere la strada del benessere alimentare, in armonia con i tempi e le risorse che sono in natura.

I prodotti biologici, coltivati con il solo utilizzo di sostanze naturali, sono il frutto di un’agricoltura sostenibile e rigidamente controllata: il risultato è un’alimentazione che diventa stile di vita, consapevole scelta che viene portata avanti ogni giorno. La correlazione tra gli alimenti e la qualità della vita è un concetto ormai radicato nella nostra cultura, a partire dal XIX secolo, periodo in cui il noto filosofo Ludwig Feuerbach scrisse “Il mistero del sacrificio o l’uomo è ciò che mangia”. Alla base, una concezione quantomai attuale: quella che prevede un legame intrinseco tra psiche e corpo. Tuttavia un’alimentazione sana e naturale, che non prevede l’utilizzo di sostanze chimiche di sintesi come pesticidi e OGM, è cosa piuttosto recente.

Da quanto tempo si mangia biologico? L’agricoltura biologica arriva in Europa negli anni ’50, dopo la seconda guerra mondiale. Antesignani di questa tipologia di coltivazione furono Rudolf Steiner e l’inglese Albert Howard, fondatore di una scuola di coltivazione biologica in terra indiana. Da allora, grazie anche a una crescente consapevolezza sugli effetti dell’alimentazione nella qualità della vita, i metodi e la diffusione hanno conosciuto una crescita continua. Tra i primi dubbi da dissipare per quanti si avvicinano all’universo del biologico c’è sicuramente quello che tende a far coincidere l’alimentazione bio con una serie limitata di prodotti. È vero il contrario: i prodotti bio compongono infatti un paniere decisamente variegato di alimenti. A frutta e verdura vanno aggiunti anche i prodotti derivati e lavorati, ma non solo: ci sono anche gli alimenti pronti per essere riscaldati e gustati, quelli che solitamente accompagnano la giornata lavorativa di molte persone. Nella sezione “I prodotti” potete avere un’ampia panoramica di alimenti biologici.

Pillole di benessere

Back To Top