Certificazione nei paesi extracomunitari

Il Sistema di Certificazione dei Prodotti Biologici provenienti da Paesi Extracomunitari

Per i prodotti biologici provenienti da Paesi extracomunitari è in vigore un sistema di certificazione volto a garantire al consumatore che il prodotto abbia le stesse caratteristiche di quello ottenuto con l'applicazione delle norme valide per i Paesi della Unione Europea (Regolamenti CE 834/07 ed 889/08), ovvero che sia prodotto e controllato in "regime di equivalenza". L'elenco dei Paesi Extracomunitari che producono in regime di equivalenza è stabilito da una specifica Commissione Comunitaria

In particolare l'operatore che vuole importare e vendere i prodotti biologici di provenienza extra comunitaria (per esempio le banane) deve presentare una notifica di attività al Ministero per le Politiche Agricole e Forestali e all'Organismo di Controllo prescelto per l'iscrizione nell'albo nazionale degli importatori di Prodotti Biologici. Il Ministero, a seguito della comunicazione inviata dall'Organismo di Controllo attestante l'idoneità dell'azienda ad entrare nel sistema di controllo, comunica all'operatore l'inserimento nell'albo degli importatori.

Dopo l'inserimento nell'albo, l'operatore può importare prodotti biologici dai paesi in regime di equivalenza purché accompagnati dal certificato di importazione in originale.

Nel caso in cui il paese non sia in regime di equivalenza, l'operatore deve provvedere alle pratiche per il riconoscimento dell'attività di importazione presentando al Ministero e all'Organismo di Controllo la documentazione sull'azienda agricola produttrice o altro operatore, mirata a poterne valutare l'equivalenza al regolamento comunitario.

L'autorizzazione all'importazione viene rilasciata per singolo prodotto ed ha validità di un anno, dopodiché l'operatore deve presentare la domanda di rinnovo fornendo la documentazione aggiornata.

I prodotti agricoli devono essere importati in imballaggi o contenitori identificati e chiusi (in modo da impedirne la sostituzione) e muniti di un'etichetta o altro contrassegno identificativo posto dall'esportatore, che possa mettere in relazione la partita con il certificato di importazione.
La conformità e l'integrità dei prodotti sono controllati dall'autorità doganale competente.