Agricoltura biologica

L'agricoltura biologica è un sistema produttivo in sintonia con l'ambiente e le esigenze dell'uomo. 
Questo non significa un ritorno all'antico o lasciare la natura a se stessa, come qualcuno potrebbe immaginare, poiché un'agricoltura in sintonia con l'ambiente e che tenga conto della salute delle persone comporta un bagaglio di conoscenze tutt'altro che datato. 
La realizzazione di sistemi agricoli biologici necessita di molta ricerca e di una costante sperimentazione che consenta di utilizzare al meglio i meccanismi e le risorse che la natura stessa mette a disposizione.

Agricoltura biologica significa sviluppare un modello di produzione sostenibile evitando di depredare le risorse naturali, in particolare i suoli, l'acqua e l'aria garantendo la salute dei consumatori, degli operatori, dell'ambiente in generale.

I prodotti da agricoltura biologica vengono ottenuti, quindi, dall'applicazione di metodi produttivi che escludono l'utilizzo di sostanze chimiche di sintesi (cioè artificiali, non naturali) e di organismi geneticamente modificati in tutti i momenti della produzione: dalla fase di coltivazione, alla trasformazione, alla conservazione fino al confezionamento e la distribuzione.

Per esempio i prodotti vegetali come la frutta e la verdura vengono coltivati utilizzando solo sostanze di origine naturale e organica come il letame per le concimazioni; la lotta biologica, i prodotti naturali e i prodotti minerali semplici per la difesa contro i parassiti; l'esclusione di qualsiasi tipo di diserbante chimico.



I prodotti di origine animale (carni avicole, suine, bovine, pesce, etc.) provengono da allevamenti che prevedono spazi all'aperto senza l'alimentazione forzata degli animali che viene sempre fatta con alimenti provenienti da produzioni biologiche; sono vietati gli stimolanti chimici per la crescita e le cure con antibiotici e medicinali classici ma si impiegano prodotti naturali e omeopatici.

Anche i prodotti che vengono lavorati industrialmente o trasformati come succhi, passate, sughi, etc. provengono da materie prime biologiche e i processi di lavorazione sono specifici senza interventi artificiosi e senza l'impiego di additivi e conservanti chimici di sintesi.

Tutti i processi produttivi: dalla produzione, alla conservazione, alla trasformazione, al confezionamento fino alla etichettatura sono vincolati al rispetto dei regolamenti CE 834/07 ed 889/08.

 

Coltivazione    
Prodotti      
Allevamento
Rotazioni delle colture                 È ammesso solo l’utilizzo di conservanti naturali Ampi spazi all’aperto                 
Inerbimenti, siepi e boschetti per il ripristino di un ecosistema naturale                      
Totale rintracciabilità di ogni prodotto o ingrediente Razze selezionate
         
Difesa delle piante con sostanze di origine naturale e minerale
Certificazione da parte degli organismi di controllo riconosciuti dal Ministero per le Politiche Agricole e Forestali         Piccoli allevamenti     
Concimazione organica

Cure previste dalla medicina naturale (es. omeopatiche)

Nessun impiego di materie prime geneticamente modificate

Alimentazione vegetale e non forzata, nessun impiego di stimolanti della crescita